L’HCP ALTERCA COL DESTINO E RACCATTA UN PUNTO IN OVERTIME CONTRO L’ASIAGO

Oggi va in scena all’Intercable Arena una prima: ospiti di serata sono i “nuovi” della lega nonchè rivali storici in serie A della compagine veneta della Migross Asiago Hockey, reduci da quattro vittorie nelle ultime sei gare disputate in ICE HL. I Lupi, dopo una serie negativa di quattro sconfitte, sabato hanno sfatato il trend negativo contro i Vorarlberg Pioneers. La speranza è di proseguire nella rincorsa. I Gialloneri si sono rinforzati, col ritorno del beniamino finlandese Harju e con l’acquisto di Plastino, entrambi sul ghiaccio oggi.

I Lupi partono carichi a pallettoni: al secondo minuto di gioco Roy viene abbandonato dalla difesa giallorossa, gigioneggia abilmente e non lascia scampo a Fazio. Vantaggio pusterese. Poco dopo il PK di casa regge bene il colpo e Deluca spreca poi da buona posizione. Gli Stellati si riversano in attacco e al 9’, dopo diverse occasioni, colgono il pari con Rutkowski. Al 10’ Harju si ritrova di fronte a Fazio, ma il goalie italo-canadese riesce a disinnescare senza grandi patemi la conclusione del figliol prodigo col numero 12. Gli ospiti dilagano, appena al 15’ Deluca riesce a ricapitare dalla parti del portiere asiaghese, senza successo peró. In contropiede due contro zero su Smith gli ospiti fanno male e così il parziale passa a 2 a 1 per la squadra dell’Altopiano.

Come spesso succede quest’anno, i Lupi si ritrovano a inseguire e al 27’ sfiorano seriamente il pari: Spencer, Hannoun e Deluca non centrano il bersaglio grosso. La partita offre continui cambi di fronte. Verso la fine del periodo diversi giocatori si scambiano svariate cortesie, culminate con i due minuti a Simpson e a Hannoun. A pochi secondi dalla sirena Archambault e Bardaro si involano e il #81 mette a terra Fazio e lo supera. Fazio, scendendo, col pattino tocca il palo e sposta la porta: gli arbitri, dopo lunga disamina, annullano la rete pusterese, andando a braccetto con la decisione della quaterna della gara di andata e annullando quindi una rete a Bardaro.

I Lupi non si danno per vinti: Hannoun – in backhand all’incrocio – realizza la rete più bella della serata. 2 a 2 e partita riaperta. Archambault è autore di un fallo di reazione e lascia i suoi in una situazione scottante. Gli ospiti sparano da ogni posizione, senza peró smuovere il tabellino. A 8’ dal termine Harju potrebbe piazzare il match point, ma il disco termina la sua corsa tra i gambali di Fazio. La gara è sempre più accesa e un’inutile scorrettezza di Gregorio Gios manda i Lupi in PP per la prima volta, senza peró giocare con la necessaria concretezza. A 90” dalla sirena Deluca conclude sul casco di Fazio da buona posizione. E così ci si avvia verso l’overtime.

Il prolungamento offre alcune buone chance domestiche, con Harju e Hannoun. Un disco perso si trasforma in un contropiede ospite: Moncada coglie il palo, ma la ribattuta di Rutkowski è letale. I due punti quindi prendono la strada dell’Altopiano e i Lupi perdono un’altra occasione di staccarsi dai bassifondi della classifica.

Venerdì 2 dicembre i Gialloneri se la giocheranno con l’Olimpia a Lubiana, prima di ospitare all’Intercable Arena il giorno di San Nicoló la squadra dei record, i Red Bull Salisburgo.

Thomas Volpara

Statistic