Una brutta serata contro i Black Wings Linz

Dopo la sosta ‚Äúforzata‚ÄĚ di venerd√¨, dovuta alla variazione di calendario dopo l’addio dei Bratislava Capitals dalla Lega, i lupi tornano sul ghiaccio per concludere il trittico di gare casalinghe davanti al pubblico della Intercable Arena. In terra pusterese sbarcano i Black Wings Linz, reduci da due sconfitte di fila, l’ultima rimediata solamente ieri sera alla Sparkasse Arena di Bolzano contro i Foxes. Coach Stefan Mair pu√≤ contare sull’organico al completo, eccezion fatta per l’infortunato Gianluca March. In porta, le chiavi vengono affidate a Tomas Sholl.

L’avvio di gara per i gialloneri √® molto complicato e subito in salita. Passano 35 secondi ed Emilio Romig, dimenticato dalla retroguardia di casa, apre i conti della serata, solissimo davanti a Sholl (assist di Roe). La reazione dei Lupi √® immediata e da i suoi frutti. Il primo segnale arriva da Archambault, che apparecchia un gran disco per Roy, che manca il pari, rinviando per√≤ subito dopo l’appuntamento con l’1-1 al minuto 4, grazie ad un disco intercettato nello slot. La gara √® subito viva. La gara sembra cambiare, il Val Pusteria prova a fare in male in powerplay (33 secondi anche in 5 contro 3) ma la mira in casa giallonera pecca, e non poco. Le chances non mancano con Catenacci, Bardaro e ancora Catenacci, fermato dalla traversa, che annusano solo il sorpasso. Linz gioca la sua gara sulle ripartenze, crea due pericoli (Romig e Haga), poi rimette il naso avanti con Lebler, che a due minuti dalla prima sirena sfrutta una voragine in zona neutra, vola spedito verso la porta e fredda Sholl con un bel ‚Äúpolsino‚ÄĚ. Il 2-1 viene verificato con la prova video, per una possibile ostruzione sul portiere, ma la coppia arbitrale certifica il gol che chiude un primo tempo abbastanza complicato per i padroni di casa.

Nel periodo centrale, i Lupi calano alla distanza e la gara, di fatto, si decide in questo periodo. La truppa di Mair, dopo un ottimo penalty killing, comincia a concedere troppo spazio alle iniziative degli Black Wings. La gara cambia, gli ospiti allora non si fanno pregare e volano sul 3-1 con St-Amant (assist di Roe), bravo a centrare l’angolo alto davanti a Sholl (29. minuto). Ai Lupi va tutto storto, la reazione non arriva, anzi, alla Intercable Arena la situazione si complica ulteriormente dopo il 2+2 rimediato da Jensen (bastone alto). La chance in powerplay √® ghiotta per gli austriaci, che mostrano una dose generosa di cinismo trovando altre due marcature con Haga e Gaffal. Alla seconda sirena √® 1-5, ma il secondo drittel giallonero √® davvero da dimenticare.

Durante l’intervallo viene consegnato un assegno di 2.500 euro all’organizzazione LeO (Alimentazione e Orientamento). Poi √® tempo di tornare all’hockey giocato. I Lupi cominciano con un piglio molto diverso da quello mostrato nei primi due tempi. Si gioca quasi esclusivamente davanti alla gabbia di H√∂neckl, che dopo tanto lavoro svolto in maniera egregia, deve arrendersi al 2-5 di Archambault, bravo a deviare da due passi una conclusione potente dalla linea blu di Roy (41.minuto). Il lampo giallonero √® tardivo, perch√© nonostante la voglia di rivalsa, Linz chiude bene ogni varco e alla fine porta a casa con merito una vittoria salutare, regalando ai padroni di casa un ko amaro.

Il Val Pusteria torner√† sul ghiaccio la prossima settimana con un doppio impegno lontano da casa. Primo appuntamento venerd√¨ 30 settembre alle 19.15 sul difficile ghiaccio del Volksgarten contro i campioni Ice dei Red Bull Salisburgo. La gara sar√† trasmessa in diretta su VB 33 con primo collegamento alle ore 19. Domenica 2 ottobre nuova sfida in trasferta, questa volta sul ghiaccio dei Vienna Capitals. Dopo un’altra trasferta di fila, con la rivincita in casa dei Black Wing Linz (venerd√¨ 7 ottobre), i Lupi ritroveranno l’Intercable Arena domenica 9 ottobre (ore 18), in occasione del sentito derby contro l’HCB Alto Adige Alperia. 

Thomas Laconi
hcp-linz

Statistic