Hockeyclub Val Pusteria

Diventa fan!

HCP on Facebook

HCP on Twitter

HCP on Instagram

Con bravura ed un pizzico di fortuna, si vince la trasferta milanese

Esordio stagionale dei lombardi sul ghiaccio di casa dell'Agorà contro il Val Pusteria. Nel Milano assente Tyler Gron per infortunio. Esordio nei rossoblu dei giovani Piccinelli, Marini e Pirelli. Primo periodo dal buon ritmo con il Val Pusteria che fa gioco contro un Milano, bravo a difendersi con ordine contro un avversario ispirato già nei primi minuti di gioco. Prima superiorità a favore e i rossoblu passano a condurre con un tiro di Vallorani che fredda Kuhn da posizione ravvicinata. Dopo una fase equilibrata fra le due squadre ci pensa Helfer, con l'uomo in meno, a rimettere tutto in parità con una precisa conclusione di polso. La gara si fa nervosa e ne risente lo spettacolo generale con molte pause fino alla prima sirena del match. Frazione centrale che il Milano inizia bene, non sfruttando una superiorità, ma tornando in vantaggio ancora con Vallorani, mentre poi Caffi ci mette la "pinza" per fermare una conclusione dalla distanza di Helfer.

Il Renon si prende la rivincita

Equilibrio e disciplina sono i protagonisti principali nella riproposizione dell'ultima finale Scudetto e dell'ultima Supercoppa, con il Renon che riesce a sbloccare il risultato grazie alla rete di Gruber, a metà del tempo, che porta in vantaggio i suoi anche meritatamente. I padroni di casa gialloneri provano subito la reazione ma i Campioni d'Italia si difendono bene e riescono ad arginare i tentativi di Helfer e soci che non riescono a trovare gli spazi giusti per costruire occasioni e magari il possibile pareggio. Questo è il copione della gara con un Renon ben organizzato e pronto colpire in contropiede con il solito Tudin, sempre pericoloso in fase di transizione. Gli animi si scaldano invece nell'ultima frazione, con gli arbitri costretti ad intervenire più volte già nei primi minuti di gioco per tenere a freno i caratteri più caldi.

Una partita faticosa, a Gardena i Lupi perdono ai rigori

Il Gherdeina non si smentisce neanche nel derby contro il Val Pusteria e dimostra di giocare con molta convinzione contro qualsiasi avversario. Nel primo tempo la squadra di casa si muove in maniera veloce e scorrevole e saggia spesso i riflessi di Kuhn per il pallino del gioco che rimane dalle parti dei ladini. Il gol arriva su un capovolgimento di fronte. Dopo una buona occasione sprecata dai Lupi, su una veloce incursione c'è il gol di Joseph Maylan che decide il risultato per questo primo tempo. Un vantaggio giusto per quanto visto nei primi venti minuti di gioco.

Netta vittoria contro i Pirati - a Devos riesce il "Poker"

Dopo la sconfitta in Val Gardena ai rigori, il Val Pusteria si presenta in casa per cercare un rilancio dopo una partenza interlocutoria in campionato. Di fronte un Appiano che è reduce da tre vittorie casalinghe consecutive. Dopo aver passato indenne una penalità, è il Val Pusteria a passare in vantaggio con Daniel Glira che porta avanti i Lupi. Nel corso del primo tempo ancora Val Pusteria in rete con Armin Hofer. Primo tempo che si chiude sul doppio vantaggio dei padroni di casa ma Appiano ancora in partita. Nella seconda frazione arriva il gol di Armin Helfer che sfrutta una superiorità numerica e porta decisamente avanti i suoi anche se arriva la prime rete dei Pirati con Guren. Ma il Val Pusteria riprende subito l'allungo con Devos che permette al Brunico di gestire bene il tempo centrale contro un Appiano che fatica ad imporre il suo gioco. Prima della fine del tempo arriva la quarta marcatura, la seconda della serata di Devos, che permette ai Lupi di andare al secondo riposo con molta tranquillità.

Le reti arrivano tardi, ma bastano per portare a casa la vittoria

Dopo la cocente sconfitta all'Odegar di Asiago per 12-1, l'Egna tenta di riprende il cammino del campionato in casa sfidando il Val Pusteria. I Lupi, dal canto loro, sono reduci da una sonante vittoria contro l'Appiano ed hanno bisogno di punti per raggiungere il vicino gruppo di testa. Per i padroni di casa sono assenti Massar e Dorigatti per infortunio mentre per analogo motivo tra le file degli avversari non ci sono Scandella e Benno Obermair. Esordio del giovanissimo Elias Thum. L'inizio della gara è molto contratto su ambo i fronti con una leggera supremazia degli ospiti che non impensieriscono più di tanto Tragust. Con il passare dei minuti i gialloneri ospiti presidiano con più decisione il terzo difensivo avversario ma il risultato non cambia neanche quando c'è la reazione delle "Wild Goose" che con Bustreo impegnano Kuhn. Si va al primo riposo a reti inviolate nonostante i tanti tiri scagliati verso la porta di Tragust.

Con la sconfitta ai rigori i Lupi cedono la testa della classifica

Il Val Pusteria è atteso all'impegnativa prova contro il Cortina. Il Brunico è reduce dalla vittoria in rimonta ad Egna mentre gli ampezzani sono stati sconfitto in casa dell'Asiago. Continua l'assenza di Giulio Scandella oltre a quella di Benno Obermair. Sull'altro fronte assente sempre Gron. Partita molto combattuta fin dai primi minuti con molta intensità e velocità su ambo i fronti. A sbloccare il risultato a ridosso della prima sirena un tiro di Armin Hofer che realizza in superiorità. Nella seconda frazione ancora Lupi in superiorità con Devos che raddoppia. Ma il Cortina non ci sta e nel giro di solo quattro minuti pareggia con Adami ed in superiorità con Dingle per una gara che non perde d'intensità e rimane equilibrata.

I Lupi non tradiscono le aspettative - Vittoria in trasferta a Caldaro

I Lucci si presentano a questo appuntamento contro il Val Pusteria con qualche novità. Sono stati "tagliati" due stranieri: il difensore Steve Tarasuk e l'attaccante Pontus Moren. Quest'ultimo è rimasto a Caldaro come assistente allenatore delle prime formazioni Under della società altoatesina. Per rimpiazzare queste partenze è arrivato l'attaccante finlandese Ranta pronto al suo debutto nella Serie A – Itas Cup. Il Val Pusteria, ancora privo di Scandella ma con il ritorno di Benno Obermair, vuole tornare alla vittoria dopo essere stato sconfitto in casa all'overtime dal Cortina.

Il Brunico si presenta sul ghiaccio di casa per cercare punti facili contro il Fassa fanalino di coda del campionato. Per i Lupi è assente Scandella che è dato in via di guarigione mentre in porta si accomoda Kosta al posto di Kuhn. Per i ladini non ci sono Chelodi, Casagranda e lo squalificato Bjork. Inizio prepotente dei padroni di casa che cingono d'assedio la porta di Tillanen ma trovano un Fassa ben disposto che si affida alle parate dell'estremo finlandese. I Lupi cercano di sbloccare il risultato e ci riescono a metà tempo. Devos fa uno slalom nella retroguardia trentina e poi passa il disco a Rizzo che infila il gol del vantaggio giallonero.

I Lupi conquistano Asiago

Uno dei big-match della giornata è all'Odegar, addobbato di rosa sia sugli spalti che in pista nella serata dedicata alla Lega Italiana Lotta ai Tumori. I padroni di casa sono privi di Andrea Strazzabosco e Mattivi e devono difendersi dal ritorno dei Lupi che distano proprio tre punti dai vicentini. Gli ospiti devono rinunciare a Crepaz e Tauber ma registrano l'importante ritorno di Scandella assente dalla prima di campionato. Dopo una partenza contratta su ambo i fronti, la partita si scalda con i primi attacchi. Il Val Pusteria si porta in vantaggio con Max Oberruach che mette in rete un disco precedentemente scagliato da Devos che supera Marozzi e si stampa sulla traversa ricadendo nello slot.

Grande pubblico a Vipiteno per uno dei tre derby altoatesini della serata che vede impegnati i Broncos contro un Val Pusteria incoraggiato da una nutrita schiera di supporter giunti in treno in Alta Val d'Isarco. Una gara molto importante per i padroni di casa che cercano la qualificazione alla Coppa Italia e devono possibilmente vincere entro i regolamentari per poi sperare in un risultato utile dal derby Appiano – Egna. Per gli ospiti assente Crepaz.