Nuovo aquisto attaccante

Un'iniezione di chili e centimetri per i lupi

All’ HC Val Pusteria continua la pianificazione della squadra in vista dell’ imminente nuova stagione. Il 5 agosto verrà inaugurato il ghiaccio sul vecchio “Lungo Rienza” ed alle 17:30 coach Luciano Basile aprirà le danze con il primo allenamento su ghiaccio. La dirigenza sportiva dell’ HCP ha ancora qualche posizione chiave da assegnare e con il nuovo ingaggio che vi stiamo per presentare, la rosa giocatori dell’ HC Val Pusteria diventerà ancora più massiccia.

Il nuovo giocatore è alto 191 cm, pesa ben 100 kg e si chiama ZACH BUDISH.

Il 30enne arriva in Pusteria con un curriculum di tutto rispetto. Dopo essere stato nominato nella selezione U18 degli USA ed i classici 4 anni in NCAA (Università del Minnesota) è passato liscio all’ hockey professionistico. Draftato dal Nashville (2009, 2 girone, 41esimo posto) è stato accolto dai farmteam dei “Preds”, i Milwaukee Admirals (AHL) ed i Cincinnati Cyclones (ECHL). In questi anni è mancato il salto in NHL, ma il giocatore stecca destra ha ottenuto ottimi risultati con 100 presenze e 29 punti in  “American Hockey League” e 146 presenze e 104 punti nella “East Coast”. Nel 2016 Zach è passato oltreoceano andando a giocare nella “Liiga” Finlandese. Qui il colosso ha saputo convincere guadagnandosi per due anni il titolo di “Topscorer” del Jukurit e riuscendo a passare prima dei playoffs 2018 al club di punta TPS di Turku. Ai TPS è rimasto altri due anni mettendo a segno un totale di 236 presenze con 144 punti score (dei quali 65 reti) e 243 minuti di penalità. La stagione “Covid19” 2020/21, Budish, giocatore posizionabile sia come centro che come ala, ha giocato con i Vasterviks, raggiungendo la semifinale nella lega “Allsvenskan” svedese.

Budish è noto per la sua presenza fisica, e sá leggere bene il gioco. L’ attacco HCP cosí guadagna una pedina importante.

Coach Basile, insieme alla dirigenza sportiva, ha analizzato il giocatore e commenta: „Budish è previsto in una delle prime due linee d’attacco. Il suo contributo sotto porta e in balaustra sará importantissimo.”

Il giocatore americano otterrà la maglia dei lupi numero 84 e commenta: „Sará senz’ altro una stagione storica per cittá, societá e tifoseria. Spero di poter dare il mio contributo sul ghiaccio. Piú di tutto mi incuriosisce lo Stadio nuovo e i tifosi!“