FVG Aquile Pontebba РHC Pustertal W̦lfe 6:9 (2:2, 3:3, 1:4)

lihg.it

l Pontebba ritorna sul ghiaccio di casa per cercare punti preziosi per consolidare la sua sesta posizione. L’avversario di turno è la capolista Val Pusteria che deve vincere per mettersi al riparo dal ritorno del Bolzano che è ormai a ridosso dei pusteresi. Proprio la ricerca del risultato, da ambo le parti, rende molto interessante questa sfida. Nel Pontebba assenti Lavrentiev e Lutz. Il Val Pusteria è senza assenti di rilievo. Grande partenze degli ospiti che fin dalle prime battute prendono possesso del terzo difensivo friulano.

Non ci vuole molto perché gli altoatesini giungano alla rete. Al termine di un’azione confusa, dopo la visione dell’istant replay, arriva la rete di Joe Jensen (5:04). Il Val Pusteria sembra incontenibile e puntuale arriva un meritato raddoppio. Helfer trova il 2-0 (10:38) con i Lupi che sembrano ben avviati. Ma è un fuoco di paglia, perché la squadra di casa reagisce e bene. Monych dimostra si saperci fare e segna un gol di tecnica e potenza che coglie impreparata tutta la retroguardia giallo nera (11:53). Poco dopo, la prima superiorità casalinga permette alle Aquile di arrivare al pareggio. Rigoni firma il 2-2 (12:53) per una gara che è ancora tutto da scrivere. Il primo tempo finisce in parità.

Nella seconda frazione succede di tutto. Ancora Jensen guida i Lupi alla rete del nuovo vantaggio ospite (25:15). Il Pontebba risponde con Ciresa che firma il 3-3 su assist di Felicetti (28:57) per un gara che è un crescendo di emozioni. Monych, poco oltre metà partita, porta in vantaggio per la prima volta i friulani (14:34) ma ancora una volta arriva l’immediata risposta. Il Brunico rimedia subito sfruttando due powerplay di fila. Di Casmirro segna il 4-4 (34:34) mentre Jensen corona la sua grande serata con il suo terzo personale gol del nuovo sorpasso altoatesino, sempre con l’uomo in più (35:51). Ma la seconda frazione deve ancora finire. Alla lunga striscia dei gol si aggiunge quella di un indomito capita Rigoni. Sul 5-5 si va al secondo intervallo.

Nella terza frazione il Val Pusteria esce nuovamente allo scoperto. Lyons, in quattro contro quattro, (44.54) e Siranni in powerplay (45:50) rimettono con le spalle al muro i friulani che, come nel corso del primo tempo, devono di nuovo reagire. Questa volta, però, il Val Pusteria è più accorto anche perché le squadre si sono spese molto e la costanza inizia a mancare. Il Pontebba ci mette la buona volontà, ma nulla può sulla rete di Dicasmirro che porta ad otto le reti giallo nere (55:10). Ciresa illude i bianconeri di un possibile ritorno in partita ma il Val Pusteria gioca da capolista e consolida il suo vanatggio con Sirianni allo scadere ed a porta vuota. Una vittoria importante per il Val Pusteria, non solo per il 9-6 finale. La sconfitta del Bolzano rimette fiato alla classifica del Val Pusteria che ritorna a distanza di sicurezza sui bolzanini. Il Pontebba rimane in sesta posizione visto la sconfitta dell’Alleghe, anche se i nove gol incassati in casa aprono più di un punto interrogativo.   

L’HCP augura a tutti i suoi fan e sostenitori un BUON NATALE!